DARIO COLETTI

La memoria e l'orgoglio breve racconto. Introduzione, quattro tempi e un finale

Nella primavera del 1998 ho avuto modo di documentare la demolizione degli stabilimenti industriali dell'Italsider. La grandezza dello spazio industriale, la desolazione trasmessa da quest'abbandono e la grandiosità della devastazione aveva rafforzato in me la convinzione che nessun atto potesse azzerare la cultura, che nessuna forza fosse in grado di cancellare una storia.

Finale
Se in linea di principio è bene che un fotogiornalista cerchi di mantenere una distanza dai temi che analizza, nella realtà questo distacco non è affatto scontato. E le sequenze di quei volti che adesso affollano la mia scrivania, m'impongono riflessioni e dubbi, mi suggeriscono degli insegnamenti. Mi torna alla mente il giovane proletario senza padre, senza storia, senza avvenire. Mille e mille pensieri tracimano e invadono lo spazio dei miei pensieri. Tra le altre riflessioni risulta con forza un dubbio che è contemporaneamente una speranza: in questo tempo di mistificazioni, di revisioni storiche può una foto contribuire a mantenere viva la memoria? E la memoria può restituire l'orgoglio? Può nutrire la speranza?

19 agosto 2012
La memoria e l'orgoglio breve racconto. Introduzione, quattro tempi e un finale
aggiungi al carrello
add to shopping cart

Opzioni disponibili
Options available
1 / 1 ‹   › ‹  1 / 1  › pause play enlarge slideshow
Link
https://www.dariocoletti.com/la_memoria_e_l_orgoglio_breve_racconto_introduzione_quattro_tempi_e_un_finale-s3540

Share link on
CLOSE
loading