Dario Coletti
1 / 12 prev / next pause play enlarge slideshow
Options
2 / 12 prev / next pause play enlarge slideshow
Options
3 / 12 prev / next pause play enlarge slideshow
Options
4 / 12 prev / next pause play enlarge slideshow
Options
5 / 12 prev / next pause play enlarge slideshow
Options
6 / 12 prev / next pause play enlarge slideshow
Options
7 / 12 prev / next pause play enlarge slideshow
Options
8 / 12 prev / next pause play enlarge slideshow
Options
9 / 12 prev / next pause play enlarge slideshow
Options
10 / 12 prev / next pause play enlarge slideshow
Options
11 / 12 prev / next pause play enlarge slideshow
Options
12 / 12 prev / next pause play enlarge slideshow
Options

Gente di miniera

La vita della miniera è dura. Basta solo bardarsi per scendere nei pozzi per accorgersene. Lampade, elmetti, cinturoni e respiratori costituiscono allo stesso tempo peso ed ingombro e fonte di salvezza nel caso di incidente. Ma la vera durezza del lavoro sta nello scavare il minerale o il carbone, gli sbalzi di temperatura la durezza del fronte, il buio continuo rotto dai neon o dalle lampade dei minatori. E duro entrare con il buio, alla mattina presto, ed uscire dalla miniera, dopo un turno di straordinario, che è ancora buio, entrando in una dimensione fatta di oscurità; è duro il ricordo di un incidente sul lavoro nel quale hai perso un compagno, è duro vivere in una famiglia di quattro persone con uno stipendio insufficiente. Le foto che seguono sono state scattate a Iglesias nelle miniere di piombo e zinco.Le foto di questo lavoro sono state scattate nelle miniere di piombo e zinco situate nel territorio che si stende tra Iglesias, Montevecchio, Fluminimaggiore, Buggerru e Piscinas.

loading